Risparmio energetico

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer, cellulare o tablet resta inattivo o quando ti allontani.

Per riprendere la navigazione ti basterà cliccare un punto qualsiasi dello schermo.

05 Giugno 2017

LA GARANZIA DI 12 CONTROLLI PRIMA DI METTERE ONLINE IL TUO SITO



Salve, sono Alessandro Zocca titolare di Globe. Per questa pagina ho voluto metterci la faccia perché qui parliamo dei controlli necessari a un prima che vada online.

Ci tengo particolarmente a questa sezione perché noi garantiamo 12 test di qualità perché desideriamo che il tuo sito vada in rete in perfetta forma. Cerchiamo di spiegarli con termini comprensibili senza utilizzare un linguaggio tecnico.

1)Https. Il sito deve essere su protocollo https, questo consente la visualizzazione del tuo sito come “Sito sicuro” invece di “Sito non sicuro”

2) Versione mobile. I siti vengono sempre più visualizzati da smartphone. E’ chiaro che ogni settore ha numeri diversi, ad esempio un negozio locale avrà la maggior parte delle visite da mobile, un’azienda che opera nel b2b invece da pc/desktop. E’ importante che la visualizzazione sia corretta da tutti i device. Tra l’altro Google penalizza i siti che non sono “mobile friendly”.

3) Cookie e banner. Inserimento del banner dei cookie e della relativa stringa di collegamento a una pagina dedicata dove viene spiegato l’utilizzo dei cookie.

4) Informativa privacy. Quando gli utenti ci rilasciano dati sul sito web attraverso dei moduli di richiesta dati/informazione è bene che accettino l’informativa privacy che va quindi inserita nel sito.

5) Telefono, email e WhatsApp touch. Verifichiamo che da smartphone che i tasti di collegamento al numero di telefono, all’email ed eventualmente a WhatsApp siano attivi, cioè touch.

6) Inserimamo i Meta Tag per indicizzare il sito su Google. I meta tag sono il “Title”, cioè il titolo della pagina, e il “Meta description” cioè la descrizione della pagina, in cui spesso noi inseriamo i punti di forza dell’azienda. Compilarli bene comporta un vantaggio competitivo enorme perché quando l’utente si trova a scegliere nella ricerca di Google potrebbe privilegiare la nostra attività.

7) Inseriamo il file Google per verificare la proprietà del sito.

8) Creiamo la “sitemap” del sito, un elenco con tutte le pagine presenti in modo che Google sappia le pagine da indicizzare.

9) Google search consolle. Creiamo un account nel pannello di Google dedicato all’indicizzazione.

10) Analytics. Installiamo le statistiche di “Google Analytics” sul sito, in modo da monitorare l’accesso e il traffico presente sul sito.

11) Icona. Realizziamo l’icona identificata del sito web in modo che con più finestre aperte sia facilmente visibile e che si noti anche quando si aprono i Preferiti.

12) Link ai social. Testiamo che tutti collegamenti con i social network siano funzionanti.

​​ 0596229617 ​​ WhatsApp